Le Meccaniche nei Giochi da Tavolo

Le Meccaniche nei Giochi da Tavolo

La definizione

Per comprendere appieno cosa si intenda per “Meccanica” all’interno di un Gioco da Tavolo, dobbiamo partire dalla definizione della parola stessa, ovvero: “Il comportamento di determinati fatti o fenomeni naturali in relazione alle forze che li producono e alle leggi che li governano: la m. della digestione, del volo degli uccelli; anche fig.

“la m. di un ragionamento”

Ma come rapportare questa definizione al Gioco da Tavolo?

Nel gioco da tavolo questa definizione si traduce nell’effetto prodotto da una determinata azione svolta dal giocatore, ad esempio il posizionamento della propria pedina su una determinata casella che ha come conseguenza l’ottenimento di una o più risorse. Allo stesso modo la pesca di carte da diversi mazzi che vengono passati da un giocatore all’altro produce come effetto la formazione della mano o del mazzo di pesca personale del giocatore.

L’insieme di tutte le meccaniche genera quindi il motore del Gioco da Tavolo che, controllato dalle regole, determina il funzionamento del gioco stesso.

Guardando quindi il Gioco da Tavolo come entità astratta, possiamo dire che sia un’insieme formato da regole e meccaniche in continua interazione che danno vita ad un meccanismo più complesso controllato dai giocatori.

Esempi di meccanica

Qui di seguito vediamo alcune delle meccaniche più comuni, elencarle tutte sarebbe ovviamente impossibile.

Il Draft

Il draft, come già citato in precedenza, consente al giocatore di creare la sua collezione personale, generalmente ogni giocatore riceve un numero ben preciso di unità (tessere, carte ecc…), ne seleziona una da tenere, e passa il gruppo al giocatore successivo che farà lo stesso, quando tutti i giocatori hanno raggiunto il numero prestabilito di componenti, il draft è concluso e ogni persona avrà quindi la propria collezione con cui giocare.

Il piazzamento lavoratori

Tramite questa meccanica, il giocatore “invia il suo lavoratore” a svolgere un’azione, generalmente identificata da una casella sul tabellone, al fine di ottenere un beneficio che si traduce in accumulo di risorse, o qualsiasi altro tipo di bonus utile alla propria progressione.

Si tratta di una delle meccaniche più diffuse nel settore, complici forse i diversi vantaggi che offre: fluidità, linearità, basso tempo di attesa e gratificazione immediata ne sono alcuni esempi.

L’asta

La meccanica di asta funziona esattamente come il nome vi suggerisce: vince chi offre di più.

Può venire utilizzata non solo per ottenere risorse utili o altri oggetti di gioco, ma anche in alcuni casi per aggiudicarsi la possibilità di svolgere una determinata azione a discapito degli avversari.

Punti Azione

Un’altra meccanica molto diffusa è quella dei punti azione: per ogni punto speso il giocatore ha diritto ad effettuare un’azione tra quelle disponibili. Uno degli esempi più emblematici di gioco che utilizza, tra le altre, questa meccanica è Pandemic, che puoi trovare nel mio shop cliccando sul nome del gioco.

Queste sono solo alcune tra le meccaniche esistenti, se vuoi approfondire l’argomento, contattami o passa a trovarmi nel mio negozio!

Spero che la lettura di questo articolo ti abbia aiutato a comprendere meglio cosa si intende quando si parla di Meccaniche nei giochi da tavolo.

Ora sei pronto a scegliere il gioco che fa per te, a tal proposito ti invito a dare uno sguardo al mio shop e a leggere questo articolo.

Condividi :